Facebook Twitter Youtube Picasa

PARTNER TECNICI

 

 

Newsletter










 

La FIGMMA su delega di  FIJLKAM e FIWUK, Federazioni del CONI, gestisce gli sport

GRAPPLING NO-GI, BJJ/GRAPPLING GI e MMA

Intervista ai Campioni Italiani di MMA-Combat Grappling 2010

ALESSANDRO LANZILLO – Campione Italiano di MMA-Combat Grappling cat. 60 kg

Ciao Alessandro, complimenti per la tua vittoria al 1° Campionato Italiano di MMA-Combat Grappling. Come hai conosciuto le MMA e quando e dove hai iniziato a praticarle ?
Ho conosciuto le MMA in una palestra dove ho iniziato a praticare muay thai e le ho iniziate a praticare nella palestra di Fabio Ciolli.
Quando hai iniziato a praticarle cosa ti è piaciuto delle MMA ?
Ho iniziato a praticare le MMA quando avevo gia alcuni incontri di muay thai e K1 e la cosa che mi piace delle MMA è che sono un confronto a 360 gradi che prevede tutti gli aspetti degli sport da combattimento, boxe, muay thai, wrestling, grappling, ju-jitsu, e li fonde in un’unica disciplina.
Con chi ti alleni ?
Mi alleno nella palestra di Fabio Ciolli, l’Hung Mun.
Ti è piaciuta la gara ?
Si mi è piaciuta e ho visto che c'erano molti iscritti sopratutto in seconda e terza serie e questo fa ben sperare per l’evoluzione di questo sport che in Italia è ancora agli inizi. Se posso dare un consiglio, in prima serie avrei preferito combattere sul ring.
Raccontaci della tua vittoria al 1° Campionato Italiano di MMA.
Sapevo che il mio avversario aveva partecipato alle gare di prima serie di Grappling e quindi volevo scambiare in piedi cercando di non finire a terra; incrociavo i suoi low kick con colpi di braccia e poi mettevo serie di braccia e gambe quando attaccavo ma ho preferito attaccare non da subito per evitare di essere portato a terra.

Come ti sei preparato per questo campionato ? Quanti e quali sacrifici hai dovuto fare per raggiungere questa vittoria ?
Mi sono preparato in palestra con gli altri ragazzi la sera alternando lavori di stand up, tecnica a terra e guanti e tre volte a settimana la mattina facevamo circuiti di potenziamento con i pesi e ripetute di corsa per il fiato.

Qual’era la strategia che avevi deciso di adottare preparando questa gara ?
La strategia che abbiamo deciso di preparare con Fabio era quella di scambiare in piedi cercando di fare il match in piedi e usando serie di braccia e gambe standomolto mobili durante il match.
Un consiglio a chi inizia a praticare oggi le MMA ?
Un consiglio per chi inizia ad allenarsi è di curare tutti gli aspetti delle MMA perchè un buon lottatore di MMA deve essere a sua agio in qualsiasi situazione del match, sia nelle fasi di stand up, sia in quelle di wrestling e nel combattimento a terra.
Qual'è la caratteristica che un lottatore di MMA deve necessariamente avere?
Appunto come ho detto prima, deve essere un atleta completo in tutti gli aspetti di questo sport.
Se un tuo amico ti chiedesse cosa sono le MMA-Combat Grappling tu cosa gli risponderesti ?
Le MMA-Combat Grappling sono delle gare di MMA con protezioni, divise in prima, seconda e terza serie.
Le MMA-Combat Grappling secondo te sono uno sport per tutti ?
Sono uno sport sia per chi non ha esperienza sia per chi ce l’ha essendo divise in serie ma sono sicuramente uno sport in cui ci vuole preparazione e allenamento se si vogliono conseguire dei risultati.
Secondo te le MMA quali lati caratteriali migliorano ?
Come tutti gli sport da combattimento per me aiutano a sfogare la voglia di confrontarsi con se stessi e con gli altri e insegnano il rispetto per l’avversario perchè comunque finita la gara e l’agonismo si torna a essere tutti amici.
Da Campione Italiano dai qualche consiglio sull’allenamento e sulla preparazione alle gare.
Un allenamento costante che comprenda boxe, muay thai, wrestling, grappling, ground and pound e una giusta preparazione atletica.
Un commento sulla situazione italiana attuale delle MMA.
In Italia questo sport sta prendendo piede e una prova è anche questo 1° Campionato Italiano di MMA-Combat Grappling ma purtroppo stiamo ancora in ritardo rispetto all’europa e sopratutto all’america dove ci sono molti
circuiti professionistici. Purtroppo in Italia penso che in generale gli sport da combattimento non abbiano la giusta rilevanza.

Grazie e buon allenamento.

GIOVANNI PINELLI – Campione Italiano di MMA-Combat Grappling cat. 65 kg

Ciao Giovanni, complimenti per la tua vittoria al 1° Campionato Italiano di MMA-Combat Grappling, presentati.
Ciao a tutti, sono Giovanni Pinelli soprannominato Violentino, sono nato il 02/10/1990 a Roma. Pratico MMA nella palestra Hung Mun Studio, sotto il maestro Fabio Ciolli.
Come hai conosciuto le MMA e quando e dove hai iniziato a praticarle ?
Ho avuto il primo contatto con l’MMA tramite internet, guardando video su youtube e poi in un viaggio in America dove le ho viste in televisione. Sono stato fortunato perchè mi hanno indirizzato subito alla palestra Hung Mun Studio.
Quando hai iniziato a praticarle cosa ti è piaciuto delle MMA ?
Ho iniziato a praticarle 2 anni fa. Mi hanno appassionato subito per la loro polivalenza. E’ un po’ come il Pentathlon delle arti marziali, racchiudono tutti gli elementi dei principali sport da combattimento e di lotta e ciò le rende, a mio parere, lo sport più spettacolare e completo.
Con chi ti alleni ?
Il mio allenatore è Fabio Ciolli, attuale direttore tecnico della nazionale di MMA-Combat-Grappling, e mi alleno sotto la sua direzione insieme ai ragazzi del team agonistico dell’ Hung Mun Studio.
Cosa fai nella vita ?
Oltre ad allenarmi studio giurisprudenza ed esco con gli amici. Diciamo divido il mio tempo, tra allenamento, studio e amici, quasi equamente.
Come ti sei preparato per questo campionato ? Quanti e quali sacrifici hai dovuto fare per raggiungere questa vittoria ?
In realtà il sacrifico più grande è uguale per tutti: LA DIETA. Oltre a questo che per me come per molti altri è un vero e proprio trauma, anche il duro allenamento a volte può essere un sacrificio, ma grazie al nostro allenatore che trova sempre il modo per motivarci, gli allenamenti sono sempre un piacere e raramente un peso.
Qual’era la strategia che avevi deciso di adottare preparando questa gara ?
Il vantaggio di chi pratica MMA rispetto a chi viene da un solo stile di combattimento è proprio la possibilità di poter adattare la propria strategia al “gioco” dell’avversario, quindi la mia strategia diciamo che la cerco di adeguare rispetto a chi affronto.
Un consiglio a chi inizia a praticare oggi le MMA-Combat Grappling ?
Il mio unico consiglio è quello di iniziare ad allenarsi da NOI.
Qual'è la caratteristica che un lottatore di MMA-Combat Grappling deve necessariamente avere?
Le caratteristiche dominanti per un lottatore sono lo spirito di sacrificio e la voglia di competere.
Le MMA-Combat Grappling secondo te sono uno sport per tutti ?
Come tutti gli sport da combattimento a contatto pieno non può essere uno sport per tutti. Le MMA sono uno sport per tutti quelli che vogliono combattere.
Secondo te le MMA-Combat Grappling quali lati caratteriali migliorano ?
Insegnano che senza sacrifici non si ottiene nulla nello sport come nella vita.
Da Campione Italiano dai qualche consiglio sull’allenamento e sulla preparazione alle gare.
Io non mi sento in grado di poter dare nessun consiglio perchè mi limito a eseguire le istruzioni del mio allenatore.
Un commento sulla situazione italiana attuale delle MMA.
Le MMA in Italia sono ancora uno sport di “ nicchia”, anche se sono in rapido sviluppo; mi auguro che questo sport appassioni sempre di più il pubblico come sta avvenendo negli Stati Uniti, così da innalzare sempre di più il livello.
LUCA BRUGNOLINI – Campione Italiano di MMA-Combat Grappling cat. 70 kg

Ciao Luca, complimenti per la tua vittoria al 1° Campionato Italiano di MMA-Combat Grappling, presentati.
Grazie a voi per l’interessamento. Mi chiamo Luca Brugnolini e sono un ventunenne romano che compete nelle MMA sotto i colori del “Hung Mun Martial Society”. Ho ricevuto da Fabio Ciolli la cintura azzurra di BJJ e sono membro della squadra dei Vigili del Fuoco di Lotta Libera. I titoli più importanti che ho conquistato sono quello di “Campione italiano di Grappling” nel 2009 e di “Campione italiano di MMA-Combat Grappling” nel 2010.
Come hai conosciuto le MMA e quando e dove hai iniziato a praticarle?
Ho conosciuto le MMA in un modo piuttosto banale: un bel giorno, diciassettenne, sono stato convinto da un mio compagno di liceo a fare una lezione di prova, così ho conosciuto Fabio Ciolli; poi il mio compagno, come
spesso accade in queste storie, ha smesso di allenarsi, io invece ho iniziato a coltivare una vera e propria passione; pensa che prima, dall’alto del mio metro e settantacinque giocavo a basket!
Quando hai iniziato a praticarle cosa ti è piaciuto delle MMA?
Mi è piaciuta e mi piace tuttora quella sensazione di libertà da qualsiasi pensiero che si prova mentre ci si allena e che, assieme alla stanchezza, ti rendono l’uomo più tranquillo e sereno del mondo.
Con chi ti alleni?
Mi alleno con Fabio Ciolli, direttore tecnico dell’Hung Mun Studio. E’ una persona che reputo competente come può essere solo chi nella vita ha avuto il coraggio di scegliere un mestiere, non per soldi, ma per passione.
Cosa fai nella vita ?
Mi sono laureato ad ottobre in Economia all’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” e a fine novembre partirò per l’Inghilterra dove andrò a studiare ed ad allenarmi.
Ti è piaciuta la gara?
E’ impossibile che io dica di no, dopo che la mia squadra ha conquistato 11 Ori, 4 Argenti e 3 Bronzi, ed è arrivata Prima nella Calssifica a Squadre, sono quindi di parte. Però il livello mi è sembrato buono e anche il numero di spettatori presenti. Forse sono stati troppo lunghi i tempi di attesa, ma capisco che è stata una situazione eccezionale poiché sono state svolte due competizioni nell’arco di una giornata, non mi resta quindi che ringraziare gli arbitri e i giudici di gara che si sono sobbarcati circa 12 ore di combattimenti.
Raccontaci della tua vittoria al 1° Campionato Italiano di MMA-Combat Grappling.
Ho sostenuto un solo incontro, il mio avversario era Alessandro Castiglione, un ragazzo che conoscevo abbastanza bene poiché ha affrontato già due membri del mio team, ha combattuto nella mia stessa serata al XC-1 di Roma ed io stesso ho combattuto con un suo compagno di squadra nel 2008. Riassumendo, l’incontro è iniziato con una fase di studio in piedi, sono poi riuscito a proiettare con un’ancata il mio avversario ed una volta a terra l’ho immobilizzato con un crocifisso ed iniziato una fase di ground ‘n’ pound che ha chiuso il match. Vorrei comunque complimentarmi con il mio avversario che nonostante non fosse al 100% della forma fisica ha accettato ugualmente di gareggiare.
Come ti sei preparato per questo campionato? Quanti e quali sacrifici hai dovuto fare per raggiungere questa vittoria?
Mi sono allenato, come sempre quando preparo un incontro, sei giorni a settimana facendo da una fino a tre sessioni di allenamento al giorno, curando sia l’aspetto tecnico che la preparazione fisica. Come ho già accennato prima, mi sono laureato a fine ottobre, ho dovuto quindi togliere parecchio tempo allo studio, ho inoltre rimandato la mia partenza per l’Inghilterra di quasi un mese; le altre cose, come la dieta per fare il peso e non bere alcolici, penso rientrino nella norma di tutti coloro che preparano un incontro, non sono quindi sacrifici particolari.
Qual’era la strategia che avevi deciso di adottare preparando questa gara?
Secondo me un torneo di MMA-Combat Grappling non è come un incontro singolo di MMA dove conoscendo in anticipo l’avversario si può impostare una strategia e allenarsi su quella; gli avversari si conoscono solo qualche ora prima di combatterci, quando ormai il lavoro è terminato. Bisogna quindi cercare di allenare tutti gli aspetti del combattimento, guardare gli incontri dei propri avversari per capire i loro punti di forza e di debolezza e cercare di sfruttarli e, se si è particolarmente bravi su una distanza, allenarsi su quella e cercare di impostarci il proprio gioco.
Un consiglio a chi inizia a praticare oggi le MMA-Combat Grappling ?
Se volete fare MMA allenatevi di MMA, non di altri sport.
Qual'è la caratteristica che un lottatore di MMA-Combat Grappling deve necessariamente avere?
Un gran cuore.
Se un tuo amico ti chiedesse cosa sono le MMA-Combat Grappling tu cosa gli risponderesti?
Di farmi un’altra domanda perché ci metterei quaranta minuti a rispondergli.
Le MMA-Combat Grappling secondo te sono uno sport per tutti?
Personalmente penso che tutti possano praticare questo sport per divertirsi, per dimagrire o per svagarsi dai problemi quotidiani. Non penso invece che tutti possano combattere. Anche se le MMA-Combat Grappling hanno un regolamento più leggero rispetto alle MMA professionistiche, rimane comunque uno sport molto duro, per cui se non si dedica molto tempo alla preparazione e soprattutto non si combatte perché si vuole veramente combattere, ma per un milione di altri motivi, si rischia veramente di farsi male. Come ho detto, serve un gran cuore.
Secondo te le MMA-Combat Grappling quali lati caratteriali migliorano?
Credo che ponendo continuamente le persone davanti ai propri limiti le rendano più umili e consapevoli di quello che possono o non possono fare.
Da Campione Italiano dai qualche consiglio sull’allenamento e sulla preparazione alle gare.
Quando vi allenate mettetevi nella situazione più scomoda possibile, scambiate in piedi con il compagno bravo in piedi, lottate con quello bravo a proiettare e portate a terra quello forte a terra, solo così migliorerete.
Un commento sulla situazione italiana attuale delle MMA.
Le MMA sono da qualche anno un fenomeno che cresce esponenzialmente in Italia, basta vedere  come è cresciuto il numero di eventi fatti da due anni a questa parte, quello di praticanti e di appassionati. Nonostante ciò le MMA rimangono ancora uno sport di nicchia, quasi sconosciuto in Italia. Il problema principale credo sia la mancanza di qualcuno che prenda le redini della situazione nelle MMA professionistiche ed inizi ad organizzare e pubblicizzare grandi eventi riuscendo ad attirare l’attenzione dei media. Io continuo a sperare in una nazione che non ti risponde “che?” quando gli dici “faccio MMA”!
Grazie e buon allenamento.
Grazie a voi per l’ottimo lavoro che state facendo e soprattutto grazie a tutta la mia squadra per la vittoria.
GIAN MARCO GALLI – Campione Italiano di MMA-Combat Grappling cat. 75 kg

Ciao Gian Marco, complimenti per la tua vittoria al 1° Campionato Italiano di MMA-Combat Grappling. Come hai conosciuto le MMA e quando e dove hai iniziato a praticarle ?
Devo ringraziare un mio amico fraterno se ho conosciuto questo sport. Circa 3 anni fa mi ha portato a fare una prova di MMA nella palestra di Fabio Ciolli e dal primo giorno mi sono appassionato a questo sport.
Quando hai iniziato a praticarle cosa ti è piaciuto delle MMA ?
Per me era uno sport nuovo e mi ha affascinato in tutto, soprattutto mi è piaciuta e mi ha incuriosito molto la parte a terra.
Con chi ti alleni ?
Mi alleno con Fabio Ciolli, grandissimo allenatore, penso il migliore in Italia per le MMA. E’ soprattutto grazie a lui se mi sono appassionato a questo sport e se ho vinto questo incontro.
Cosa fai nella vita ?
Studio architettura all’Università La Sapienza.
Ti è piaciuta la gara ?
Si la gara mi è piaciuta, però sono dispiaciuto che in prima serie c'erano poche persone. Spero che nella prossima edizione ce ne saranno di più.
Raccontaci della tua vittoria al 1° Campionato Italiano di MMA.
Sono molto felice di aver vinto, devo ringraziare il mio allenatore e i miei compagni di squadra. L'unico rammarico è il fatto che avevo in categoria un solo avversario, avrei preferito contendere tra più persone il titolo di campione italiano.
Come ti sei preparato per questo campionato ? Quanti e quali sacrifici hai dovuto fare per raggiungere questa vittoria ?
La preparazione è stata molto dura e faticosa, mi sono allenato tutti i giorni tranne la domenica, di cui 3 mattina e sera. Riguardo la preparazione devo ringraziare il mio allenatore Fabio Ciolli perché per colpa di un infortunio ho iniziato ad allenarmi a solo 1 mese dal combattimento e mi è riuscito a preparare lo stesso ottimamente. Devo ringraziare anche i miei compagni per lo sparring.
Qual’era la strategia che avevi deciso di adottare preparando questa gara ?
La mia strategia era quella di alternare la fase di striking alla fase di takedown.
Un consiglio a chi inizia a praticare oggi le MMA ?
Consiglio di informarsi bene dove iniziare a praticare le MMA perché ci sono tante palestre dove gli allenatori sono degli incompetenti.
Qual'è la caratteristica che un lottatore di MMA deve necessariamente avere?
Un lottatore di MMA non deve avere una sola caratteristica ma deve essere completo ovvero saper combattere in piedi, saper proiettare e sapere lottare a terra; poi ovviamente ognuno è più specializzato in qualcosa ma ci deve essere una base solida in tutti e 3 gli aspetti.
Se un tuo amico ti chiedesse cosa sono le MMA-Combat Grappling tu cosa gli risponderesti ?
Risponderei che le MMA sono uno sport da combattimento in continua evoluzione tecnica, in cui si possono vedere differenti stili di combattimento insieme, come la boxe, la muay thay, la lotta libera e il grappling.
Le MMA-Combat Grappling secondo te sono uno sport per tutti ?
Si, le MMA-Combat Grappling possono essere uno sport per tutti, però bisogna essere consapevoli che se si vuole praticarle a livello agonistico bisogna prenderle sul serio come tutti gli sport da combattimento a contatto pieno.
Secondo te le MMA quali lati caratteriali migliorano ?
Le MMA-Combat Grappling personalmente parlando mi hanno reso più sicuro di me stesso e mi hanno disciplinato.
Da Campione Italiano dai qualche consiglio sull’allenamento e sulla preparazione alle gare.
Bisogna sempre allenarsi con costanza e con impegno. Per quanto riguarda la preparazione alle gare non mi sento in grado di dare alcuno consiglio.
Un commento sulla situazione italiana attuale delle MMA.
Le MMA stanno diventando sempre più conosciute in Italia, è un fenomeno che si sta espandendo ed evolvendo. Spero che in breve tempo saranno molto praticate come in America.
Grazie e buon allenamento.
Grazie a voi per l'intervista
GIULIANO PENNESE – Campione Italiano di MMA-Combat Grappling cat. 80 kg

Ciao Giuliano, complimenti per la tua vittoria al 1° Campionato Italiano di MMA-Combat Grappling, presentati.
Grazie Saverio, Ciao ragazzi, mi chiamo Giuliano Pennese, ho 34 anni, sono di Roma.
Come hai conosciuto le MMA e quando e dove hai iniziato a praticarle ?
Le ho conosciute negli anni ’90 sulle riviste e pensavo: Bello sto Valetudo, ma questi sò tutti matti!.. chissà se si farà anche in Italia?…Mi appassionai così alle vittorie di Michele Verginelli … e còlto da scottante mitomania, nel mio piccolo appena ho potuto son passato dalla sola lotta Olimpica  all’ integrazione con del BJJ sotto gli insegnamenti del M° F.Tisi. Tramite questa disciplina ho avuto modo di conoscere molti amici, alcuni dei quali  passati poi “al lato oscuro MMA” ma il loro background da striker era ed è a dir poco ineccepibile e oltre a fargli da aiuto nella preparazione ai vari match non sono mai andato, un po’ per mancanza di tempo un po’ per casini vari ho sempre rimandato. Poi un bel giorno vedendo degli incontri mi son detto che a furia di posticipare stavo perdendo il treno, il giorno dopo ero in palestra con il mio amico Fabio Ciolli e di punto in bianco gli ho detto che era il caso che cominciassi. Lui ridendo mi ha detto che finalmente era ora e che si aspettava questa mia uscita… da lì ho iniziato.
Quando hai iniziato a praticarle cosa ti è piaciuto delle MMA ?
Il combattere su più livelli in piedi, a parete o a terra… lo trovo divertente e stimolante dal punto di vista motivazionale. E’certo che ci si può far male, ma alla fine è sport… e di sicuro ci sono più infortuni più o meno gravi con il calcetto e gli sci che non con le arti marziali…. E poi se non vuoi mai rischiare di farti male vai a giocare alla PlayStation!
Con chi ti alleni ?
Studio ancora BJJ nella TribeJJ con il M° F.Tisi, ma per quanto riguarda puramente le MMA mi preparo con Fabio Ciolli e il Team Hung Mun. La squadra in questi sport è fondamentale, è uno sport individuale è vero ma per prepararti hai bisogno di persone con le tue stesse necessità, ovvio che se dove ti alleni non  c’è gruppo “umano” ti prepari male e in questi sport la fiducia in chi hai accanto ti assicura forza, motivazione e sicurezza nelle cose “a rischio”… Tutto ciò lega molto chi  pratica ore e ore a faticare insieme…questo lo dico perché in genere c’è la convinzione che siamo una manica di violenti e fomentati senza cervello….
Cosa fai nella vita ?
Lavoro come Personal Trainer e come Tecnico per le discipline Marziali che pratico. Sono nel settore ormai da anni e nel tempo mi sono specializzato nel Combat Conditioning  e in varie metodologie di Allenamento Funzionale.
Ti è piaciuta la gara ?
Molto bella… E’ logico che come prima gara del genere i più maliziosi non si risparmiano alcune critiche… Personalmente ho visto molta buona volontà, impegno e serietà da parte dello Staff che ringrazio per la disponibilità e la pazienza dimostrata reggendo“ più di 12 ore sotto un assedio”… …di sicuro le prossime saranno meglio!
Raccontaci della tua vittoria al 1° Campionato Italiano di MMA-Combat Grappling.
Non ho molto da dire... Mi sono preparato con rigore e così hanno sicuramente fatto tutti i partecipanti al Torneo…. ne sono contento tanto dal punto di vista personale che come Team visti i risultati ottenuti..
Come ti sei preparato per questo campionato ? Quanti e quali sacrifici hai dovuto fare per raggiungere questa vittoria ?
Premetto che non siamo professionisti che vivono di MMA e  illudersi di poter avere i ritmi delle celebrità è per chi deve fare anche altro un’utopia che se presa sotto gamba può dare non pochi complicazioni. Ho fatto molta preparazione fisica, ma questo è il mio lavoro e  non ho avuto particolari problemi. Differente invece è stato il far coincidere gli orari serali dedicati alla preparazione “tecnica”con il Team e lo spazio riservato alla Famiglia…molto lavoro, molto allenamento, la dieta e la stanchezza di 2 figli piuttosto piccoli che ti reclamano a casa legano male con la vita dell’atleta che sta sotto gara!
Qual’era la strategia che avevi deciso di adottare preparando questa gara ?
La strategia l’ho preparata con il BOSS Fabio Ciolli… ma Fondamentalmente sono dell’idea di andare li e fare quello che devi
Un consiglio a chi inizia a praticare oggi le MMA-Combat Grappling ?
Non mi sento così “grande” da poter dispensare consigli… fossilizzarsi a fare una sola cosa… un conto è l’essere degli  specialisti che sò di lotta, Thay o BJJ… un altro è il credere ancora che ci sia una sola ed unica disciplina che possa primeggiare su tutto e fare solo quella… il background è importante ma lo scenario MMA, moda o no… è una corrente in continua crescita… adesso tutti fanno di tutto più o meno bene e il livello sale continuamente anche nella lenta Italia grazie anche ad Atleti di altissimo livello che hanno fatto da pionieri. In conclusione lo studio delle MMA è una realtà fine a se stessa, non un frullato senza senso come molti vogliono intendere… Per quanto riguarda lo scendere in competizioni .. da quello che ho visto e provato in prima persona
credo che chi voglia intraprendere l’agonismo debba soprattutto essere realista, e dopo un’attenta analisi delle proprie potenzialità del momento, decidere se è il caso o no di tentare… questo potrebbe evitare brutte delusioni.
Qual'è la caratteristica che un lottatore di MMA-Combat Grappling deve necessariamente avere?
Testa e Tenacia…non è una rissa da strada che si risolve in pochi attimi e la tensione che c’è nell’attesa tra i vari Match può  logorare velocemente…. Poi tutto il resto è nella preparazione precedentemente fatta…
Se un tuo amico ti chiedesse cosa sono le MMA-Combat Grappling tu cosa gli risponderesti ?
Gli direi che è un regolamento in più per combattere  nel vasto mondo delle MMA e di provare.
Le MMA-Combat Grappling secondo te sono uno sport per tutti ?
L’allenamento si, è ottimo per conoscere le proprie potenzialità, in più come Difesa Personale è di sicuro più valida e performante di molte menate che si vedono in giro. La competizione assolutamente no…. Ma di sicuro l’uso delle protezioni in gara allarga di molto il bacino dell’ utenza.
Secondo te le MMA-Combat Grappling quali lati caratteriali migliorano ?
La consapevolezza di poter far del male e di non essere fatti di ceramica sono un’arma a doppio taglio nella testa di un ragazzo in crescita…. Credo che il carattere sia dettato da agenti fondamentali come la famiglia e le frequentazioni dell’individuo, non necessariamente dalla disciplina praticata.
Da Campione Italiano dai qualche consiglio sull’allenamento e sulla preparazione alle gare.
Per competere veramente devi essere preparato fisicamente come in giro se ne vedono pochi… Mente Sana in Corpo Sano è per lo sportivo agonista un’esigenza inderogabile…Alla larga da Fumo e Droghe DI OGNI TIPO… Alcolici e cibo con intelligenza.
Un commento sulla situazione italiana attuale delle MMA.
Siamo purtroppo indietro e di molto in confronto a gran parte d’Europa … In Italia è scarsa la mentalità sportiva, nelle MMA poi ci sono molte improvvisazioni, atleti non corretti che prima accettano e poi ci ripensano dando buca all’ultimo momento e vanificando così giorni di sacrificio…sedicenti organizzatori poi non fanno altro che mettere in cattiva luce persone che da anni sono impegnate nel promulgare questa disciplina con eventi di tutto rispetto. Per questo la regolamentazione delle MMA-Combat Grappling mi sembra un’ottima cosa; l’organizzazione è buona, la gente c’è e le regole sono chiare… per chi vuole iniziare mi sembra l’ideale.
Come su tutti gli altri Sport rivolti al combattimento, qui in Italia la moda e le Istituzioni sportive hanno finora spinto solo il pallone… poche o nulle le sovvenzioni a chi vuole competere in qualsiasi sport  “nuovo”, un ragazzo che decide di allenarsi e competere deve spesarsi tutto da solo e stare attento a non incappare in improvvisati eventi…. Ultimamente ci sono forti miglioramenti.. quindi speriamo bene!
Grazie e buon allenamento.
Grazie a Te Saverio e grazie a Voi ragazzi… A presto!
ANTONIO SARACINO – Campione Italiano di MMA-Combat Grappling cat. 90 kg

Ciao Antonio, complimenti per la tua vittoria al 1° Campionato Italiano di MMA-Combat Grappling. Come hai conosciuto le MMA e quando e dove hai iniziato a praticarle ?
Ho conosciuto le MMA tramite un video che vedeva un membro della famiglia Gracie impegnato in un incontro risalente credo al 1996.
Quando hai iniziato a praticarle cosa ti è piaciuto delle MMA ?
Ho iniziato questa pratica circa 6 anni fa, mi e' subito piaciuto il fatto di poter unire le varie esperienze di sport da combattimento che ho praticato
Con chi ti alleni ?
Mi alleno presso la palestra Athlon a Savona con i fratelli Mirko e Igor Ercole.
Cosa fai nella vita ?
Lavoro come gruista portuale.
Ti è piaciuta la gara ?
Si, mi sono divertito molto.
Come ti sei preparato per questo campionato ? Quanti e quali sacrifici hai dovuto fare per raggiungere questa vittoria ?
Purtroppo, a causa di un grave infortunio alla spalla ed ai pressanti turni di lavoro non sono riuscito a preparare questa competizione come al solito. Credo che sia un problema costante per chi non pratica questa disciplina a livello professionistico, comunque è andata bene.
Qual’era la strategia che avevi deciso di adottare preparando questa gara ?
Impostare il match sul pugilato e sulla lotta in piedi.
Un consiglio a chi inizia a praticare oggi le MMA ?
Scegliere l'ambiente più serio e marzialista possibile.
Qual'è la caratteristica che un lottatore di MMA deve necessariamente avere?
A mio parere una grande forza di volontà.
Se un tuo amico ti chiedesse cosa sono le MMA-Combat Grappling tu cosa gli risponderesti ?
Uno sport da combattimento che unisce le principali arti marziali, completo, impegnativo ma contemporaneamente estremamente formativo per il corpo e per l'aspetto caratteriale di ognuno di noi.
Le MMA-Combat Grappling secondo te sono uno sport per tutti ?
Sicuramente si a livello amatoriale, anche per le donne, no a livello agonistico.
Secondo te le MMA quali lati caratteriali migliorano ?
Capacità di concentrazione e tenacia.
Da Campione Italiano dai qualche consiglio sull’allenamento e sulla preparazione alle gare.
Continuo ed ininterrotto studio della tecnica e grande differenziazione della preparazione organica in base al calendario delle gare.
Un commento sulla situazione italiana attuale delle MMA.
Il panorama italiano è piuttosto frammentato ed ancora a livello embrionale. A Tolfa è stato bello vedere tanti atleti e tanto pubblico sugli spalti, ci vorrebbero molte più gare di questo tipo.
Grazie e buon allenamento.
Buon lavoro e grazie a tutti voi per gli sforzi compiuti fino ad ora.

 

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information