Facebook Twitter Youtube Picasa

PARTNER TECNICI

 

 

Newsletter










 

La FIGMMA su delega di  FIJLKAM e FIWUK, Federazioni del CONI, gestisce gli sport

GRAPPLING NO-GI, BJJ/GRAPPLING GI e MMA

NEWS DALLA FIGMMA – 5 MARZO 2016

NEWS DALLA FIGMMA – 5 MARZO 2016

ANTIDOPING

Oltre ai controlli antidoping effettuati a campione dalla Federazione alle competizioni e agli eventi federali, da oggi per tutte le società sportive affiliate che organizzano competizioni e/o eventi di MMA Pro autorizzati dalla FIGMMA, sarà possibile chiedere alla Federazione di far effettuare il controllo antidoping agli atleti partecipanti.

Il controllo antidoping sarà predisposto dalla struttura antidoping del CONI (NADO ITALIA) e il relativo costo, che sarà a carico della società sportiva richiedente, sarà stabilito in base al seguente tariffario

Per ulteriori informazioni consultare la sezione ANTIDOPING del sito federale:

http://figmma.it/antidoping.html

MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI MMA OPEN SCORING SYSTEM CHE VERRANNO APPLICATE A PARTIRE DAL CAMPIONATO ITALIANO DEL 17 APRILE 2016


ATLETI SENIORS SERIE A SENZA CASCO

Al fine di adeguarsi al regolamento internazionale dell’IMMAF e considerato che il CIO pochi giorni fa ha autorizzato la Federazione Internazionale di pugilato dilettantistico (AIBA) a far combattere senza casco alla testa i pugili alle prossime Olimpiadi di Rio de Janeiro, la Federazione ha deciso di modificare il regolamento di gara di MMA open scoring system e di far combattere gli atleti Seniors serie A senza casco alla testa.

Al seguente link si segnala un articolo interessante in cui sono riportati gli studi pubblicati sul British Journal of Sports Medicine che hanno dimostrato che non ci sono prove che con il casco alla testa si riduca l’incidenza di traumi cerebrali - http://fightland.vice.com/blog/male-olympic-boxers-will-no-longer-wear-ridiculous-and-dangerous-headgear

Nei tornei di tutte le altre serie e classi di età la regola rimane invariata e quindi gli atleti continueranno a combattere con il casco superprotettivo con barra di sicurezza davanti al viso che garantisce la massima sicurezza agli atleti.

Resta comunque assodato da diversi studi scientifici il fatto che gli atleti di MMA hanno una minore probabilità di subire traumi cranici, con le possibili gravi conseguenze che questi producono soprattutto a lungo termine, rispetto agli atleti di altri sport da combattimento di puro striking (pugilato, muay thai, kick-boxing, ecc…). I motivi a mio parere sono principalmente tre. Il primo: essendo le MMA uno sport da combattimento in cui è permesso sia colpire (striking) che lottare (grappling) e considerato che un’atleta nella fase di grappling colpisce molto meno l’avversario, in genere nelle MMA si ricevono meno colpi alla testa rispetto ad altre discipline dove si può solo colpire ed è vietato lottare. Il secondo: nelle MMA si usano guanti meno pesanti e meno imbottiti rispetto agli altri sport da combattimento di puro striking e quindi la massa che impatta contro la testa dell’avversario è minore. Il terzo: nelle MMA se un atleta subisce un trauma cranico che lo pone in condizione di non potersi difendere o di inferiorità tale da non essere in grado di poter proseguire, l’incontro viene immediatamente interrotto e gli viene impedito di continuare a combattere e di ricevere altri colpi alla testa; negli altri sport da combattimento di puro striking (pugilato, muay thai, kick-boxing, ecc…) invece, all’atleta che si trova nelle suddette condizioni, gli si da la possibilità di continuare a combattere dopo il conteggio ossia viene permesso ad un atleta che ha subito un trauma cranico, a volte anche con perdita di coscienza, di recuperare per pochi secondi e di continuare a combattere e ricevere altri colpi alla testa!

 

INTRODOTTE NEL REGOLAMENTO DEI SENIORS SERIE A LE REGOLE SULLE AZIONI LEGALI E ILLEGALI DEL REGOLAMENTO INTERNAZIONALE DELL’IMMAF

 

Nuove regole introdotte

Azioni legali:

  • slam
  • calci sulle intere gambe
  • up kick ossia calci alle gambe, al tronco e alla testa portati dall'atleta che sta a terra contro l'atleta che sta in piedi

 

Azioni illegali:

  • gomitate e colpi con l’avambraccio (sono ammessi i pugni a martello)
  • ginocchiate alla testa
  • twister

 

Invito tutti i tesserati a consultare il Regolamento open scoring system aggiornato:

http://figmma.it/index.php?option=com_content&view=article&id=214&Itemid=134

 

Saverio Longo

 

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information