Facebook Twitter Youtube Google Bookmarks

PARTNER TECNICI

 

StormFC3: Hung Mun e Azzurri sugli scudi

Continua effervescente ed incessante il prodigo impegno del Direttore Tecnico della Nazionale FIGMMA Fabio Ciolli e di Riccardo Carfagna, vertici della blasonata società sportiva Hung Mun, nell'organizzazione di molteplici e spettacolari eventi di sport da combattimento che contribuiscono sempre più efficacemente alla diffusione delle MMA in Italia.

Dopo la creazione del RoninFC, giunto al suo quarto atto (e di cui si attende ancora la finale del torneo "Lightweight"), dopo l'encomiabile serata "White Collar" dell'8 Febbraio scorso, laddove una serie di match fra non professionisti ha portato ad un consistente incasso interamente devoluto in beneficenza alla Onlus "Epoche'" che con due case-famiglia si occupa di problematiche adolescenziali, anche il terzo capitolo dello Storm Fighting Championships, circuito professionistico sorto dalla collaborazione con il "Fighter's Garage" di Massimo Cimini e patrocinato dalla FIGMMA, svoltosi sabato sera proprio al quartier generale della Hung Mun, ha registrato, come previsto, il tutto esaurito.

L'aitante e sempre più convincente atleta della Nazionale, Alessio Di Chirico, ha fatto suo in pochi secondi il "main event" della serata - pesi medi - a spese del barese Daniele D'Angelo che non è riuscito ad opporre resistenza alcuna. Infiammando la platea che lo incitava a gran voce, come una belva scatenata il portacolori della Hung Mun Martial Society, paradossalmente detto "Manzo", ha subito centrato l'avversario in volto incrociando un destro e, dopo averlo messo al tappeto con un improvviso "double leg", è montato in guardia iniziando un rapido e devastante "ground and pound" che ha indotto presto l'arbitro a decretare il K.O. tecnico.

Fra i pesi leggeri ( 70 Kg.) Francesco Amendolagine in un match molto combattuto e anche cruento, si è imposto per "stop-medico" alla II^ ripresa su Fabrizio Caliò, mentre al termine di un incontro assai incerto, al limite dei 79 Kg. ("catch-weight"), il siciliano Sebastiano Ragusa, da tempo in allenamento a Londra, ha vinto alla terza ripresa sul marocchino e bolognese d'"adozione" Mohamed Anoir, sottomettendolo in extremis per strangolamento.

Particolare emozione - anche se di brevissima durata - ha suscitato l'incontro di MMA femminile fra Eleonora Serafini ed Eleonora Tassinari in cui quest'ultima ha prevalso nettamente con veemenza, finalizzando dopo pochi secondi l'avversaria con un formidabile "rear naked choke" che ha strappato al pubblico grida di entusiasmo e partecipazione.

In una bella serata di sport, duro ma leale, in cui si è brillantemente improvvisato presentatore Marco Quatrale, recente vincitore della Coppa Italia e anch'egli in partenza per gli imminenti Europei in Ungheria, da evidenziare anche fra i "semi-pro" le vittorie di altri due atleti della Hung Mun, quella dell'ennesimo Azzurro, Fabrizio Paladino e soprattutto quella del promettente nipote di Bud Spencer, Carlo Pedersoli: a differenza del nonno lui fa a botte davvero.....!

Mario Brugnolini

Calypso Immobiliare S.r.l.

Tel. 06/30365777 - 348/4413238

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

L’agenzia del fighter

 

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Le Privacy Policy possono essere consultate al link che segue privacy policy.

Accetto le Privacy Policy di questo sito

EU Cookie Directive Module Information