Facebook Twitter Youtube Google Bookmarks

PARTNER TECNICI

 

 

Newsletter










 

La FIGMMA su delega di  FIJLKAM e FIWUK, Federazioni del CONI, gestisce gli sport

GRAPPLING, BRAZILIAN JIU JITSU e MMA

Campionato del mondo di Grappling 2014 - Mosca (Resoconto del DTN Bernardo Serrini)

Campionato del mondo di Grappling 2014 - Mosca (Resoconto del DTN Bernardo Serrini)

Il bilancio del mondiale di grappling a Mosca, svoltosi dal 20 al 23 Novembre scorso, e' stato positivo.
La delegazione di 17 componenti la nazionale italiana, guidata dal sottoscritto, ha portato a casa il secondo posto nella classifica a squadre (medagliere sommato della gara gi e della gara no gi), dietro lo squadrone russo e davanti alla "ricca" Spagna. Risultato di tutto rispetto.
L'organizzazione è stata buona, con albergo accanto al palazzetto e rispetto degli orari e del programma di gara.
Di seguito le performance dei nostri atleti:

Petrucci Pamela (oro gi 58 kg e oro no gi 58kg)
Una prova senza sbavature, vincendo tutte le lotte sia gi che no gi. Buona tecnica in piedi e buona tecnica al suolo. Ottima guardia, fulminea presa della schiena. Gran forma. Molto brava!



Tana Rita (Argento gi -64 e bronzo no gi - 64)
Altra buona prova quella dell'atleta ligure....Vince a denti stretti alcune lotte, con buona tecnica altre e perde solamente da atlete fisicamente più forti. Positiva



Baraccani Martina (Oro no gi -71 e argento gi -71)
Affronta due atlete russe nel gi e nel no gi. Nel no gi vince finalizzando la prima ed ai punti di misura sulla brava atleta siberiana di sambo e jiu jitsu, Rimma Tropina. Nel gi vince di nuovo per finalizzazione la prima lotta, ma perde la seconda con la stessa Tropina, non riuscendo stavolta a prenderle le misure. Buonissima prova.



Alessio Vittori (Bronzo no gi -66 e bronzo gi -66)
Davvero una sorpresa per me che non lo conoscevo bene. Cuore, tenacia ed ottima tecnica per questo ragazzo cintura marrone di Viterbo. Da migliorare il suo wrestling in piedi, che a mio parere gli avrebbe consentito di portare a casa almeno una lotta in più.....Preciso e veloce al suolo. Bravo.



Marcel Sasso De Oliveira (Argento gi -66 e argento no gi -66)
Ormai una certezza la sua buona prova. Si fa male quasi subito ad un ginocchio, ma continua sempre ad attaccare secondo il suo stile. Prova kneebar, ribaltamenti ed attacchi da tutte le parti, compreso il suo "famoso" Leteri's chocke col kimono. In alcune occasioni è sfortunato. Porta a casa comunque un risultato di tutto rispetto.



Alessio "Tenaglia"Di Liberti (-71kg)
Ci ha abituati a risultati diversi, ma stavolta complice una preparazione non perfetta non riesce a fare podio. Vince bene ai punti la prima lotta, perde la seconda col vincitore di categoria ed il ripescaggio con il terzo classificato. Da rivedere.



Alessandro "Moncler" Federico (Oro gi -71 veterans, oro no gi -71 veterans, bronzo gi -71)
Lo chiamano Benjamin Button e chi lo conosce sa perchè. Davvero una seconda giovinezza la sua. Domina la categoria veterans con due ori, si fa poi la categoria senior e porta a casa un bronzo nel gi, grazie ad una strategia impeccabile. E c'è chi scrive che a 45 anni uno dovrebbe centellinare le energie....Un esempio!



Simone "Moletto" Serra (-77 kg)
23 anni, alla sua prima esperienza internazionale, già con allori di tutto rispetto a livello nazionale. Vince la prima lotta sia no gi che gi, perde lottando sempre benissimo con atleti molto forti, che saliranno sul podio alla fine sul gradino più alto, le altre lotte. Un ragazzo su cui puntare certamente.



Christian Longo (bronzo -77 gi)
Uno stile che personalmente amo molto il suo. Solido sulle posizioni, buona tecnica in piedi col gi e determinato con qualsiasi avversario. Da vedere la sua lotta gi in cui domina il russo Magomedov dall'inizio alla fine. Porta a casa un bronzo di ottima fattura.



Luca Marani (-84 kg)
Non fa podio, ma la prova a mio modo di vedere è buona. Tecnica di pregio, vista la scuola di provenienza, buona fisicità, lotta in piedi un pò troppo di impeto. La categoria non era facile. Positivo e guerriero.



Alessandro Massari (-92kg no gi e bronzo -92 gi)
Alessandro ci ha abituati a ben altre prove. Chi lo conosce sa di cosa parlo. Stavolta, complice una condizione non al meglio per infortuni vari, rinuncia un pò troppo presto e perde entrambe le lotte gi e no gi. Si ritira nel ripescaggi con il gi per favorire il compagno Raffi. Anche lui da rivedere!



Lamberto Raffi (-84 no gi e oro -92 gi)
Il fattore C si sa, è importante...Lamberto lo prende tutto e dopo una prova non buona nel no gi si rifà nel gi, vincendo per strangolamento la prima lotta, perdendo la seconda e vincendo le due seguenti per irtiro dell'avversario. Non delude mai...E tutti a ridere sulla rocambolesca vittoria, lui per primo.



Angelo Marino (bronzo no gi -100 e argento gi -100)
Bella prova nel complesso. Due lotte vinte nel no gi e due lotte vinte col gi.....Perde solamente da avversari fisicamente inumani. Ottima prova!



Federico Dell'Anno (Oro -84 no gi veterans e argento -84 gi veterans)
Non ho assistito alla sua prova, essendo arrivato il giorno dopo. C'è da dire che è positivo, al di la del medagliere, che un atleta di quest' età si metta in discussione ancora in competizioni internazionali. Bravo!



Igor Nencioni (-100 no gi e bronzo -100 gi)
Prova non al massimo per Igor che parte bene nella prima lotta no gi, proiettando e passando e rimanendo sul 3-0 per quasi tutto il match. Su un tentativo di ribaltamento finisce però in strangolamento. Peccato.
Nel gi, all'esordio, perde la prima lotta con il vincitore di categoria. Peccato!

 

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information