Facebook Twitter Youtube Google Bookmarks

PARTNER TECNICI

 

 

Newsletter










 

La FIGMMA su delega di  FIJLKAM e FIWUK, Federazioni del CONI, gestisce gli sport

GRAPPLING, BRAZILIAN JIU JITSU e MMA

Alessio Di Chirico, "Atleta dell'Anno", nobilita il VI Campionato Italiano di MMA (Articolo di Mario Brugnolini)

Alessio Di Chirico, "Atleta dell'Anno", nobilita il VI Campionato Italiano di MMA

Il VI Campionato Italiano di MMA, svoltosi l'altro ieri al Palaolgiata di Roma, è stato ancora una volta nobilitato dalla presenza del Campione Mondiale Alessio Di Chirico, vincitore di ben cinque competizioni nazionali, imbattuto da professionista e sicuramente uno dei "cage-fighters" più forti in assoluto nel panorama italiano delle Mixed Martial Arts.

Sotto gli scroscianti applausi del pubblico presente, il trionfatore di Las Vegas, questa volta "in borghese" perchè in vista di un importante match a Praga, ha ricevuto dalle mani del veterano dei "fighters" nostrani, Michele Verginelli, il premio "Athlete of the Year 2014", ambito riconoscimento federale basato sulle prestazioni internazionali degli atleti giunto alla sua IV edizione, nel cui Albo d'Oro figurano Luca Brugnolini, Campione del Mondo e d'Europa nel 2011, Fabrizio Paladino, bronzo agli Europei di Bruxelles nel 2012 e Gionata Zarbo, oro ai mondiali 2013 di London Ontario.

In campo femminile il premio è stato assegnato ex-aequo a Lucrezia Ria e a Micol Di Segni, entrambe bronzo ai Mondiali di Las Vegas, che succedono a Julia Klammsteiner, argento ai mondiali di Belgrado nel 2011 e a Giacoma Cordio, argento ai mondiali di Cracovia nel 2012.

Oltre a decretare i Campioni Italiani 2015, la gara di Domenica scorsa era valida anche per qualificare gli ultimi atleti che, il 16 e 17 Aprile, nell'ambito di uno spettacolare torneo, si misureranno, in ogni rispettiva categoria, con i vincitori della Coppa Italia e con i vincitori delle due tappe dei "National MMA Team Trials", al fine di determinare l'intera squadra azzurra che rappresenterà l'Italia ai prossimi Mondiali in programma a Luglio ancora a Las Vegas.

Si sono autorevolmente confermati Campioni Italiani sia Marco Quatrale (piuma - 66 Kg.) che Asterio Lucchesini (medi - 84 Kg.). Il primo, esponente dell'Hung Mun Martial Society, continuando ad ostentare il suo originalissimo "look" - un "melange" tra il biblico Giosuè e lo psicanalista Freud - si è imposto chiaramente vincendo tutti e quattro gli incontri disputati nel torneo all'"italiana" della sua categoria. Il secondo invece ha dovuto lottare strenuamente per "bissare" il successo dello scorso anno: dapprima vincendo ai punti con il qualitativo "cage-fighter" Emanuele Scimia, poi superando il "grappler" Davor Olivieri e prevalendo infine su Gianluigi Ventoruzzo che, dopo aver meritatamente vinto le eliminatorie, era passato in finale "a tavolino" per scelta della società romana Hung Mun in quanto il suo stimatissimo compagno di squadra, Carlo Pedersoli, pur vincendo non avrebbe avuto i requisiti per partecipare ai Mondiali. Il nipote di Bud Spencer ha comunque avuto modo di sfogare tutta la sua straripante energia nella finale per il terzo posto vinta brillantemente con uno spettacolare "knock-out".

Particolari emozioni ha suscitato anche il torneo dei pesi welter (77 Kg.): Luigi Di Francia, dopo aver eliminato lo scatenato ma un po' scomposto Andrea Amadio e dopo aver prevalso di misura in un finale al cardiopalma su Alessandro Pedicini, stremato per i durissimi match già sostenuti e vinti si è dovuto alfine arrendere "per forfait" all'atleta di Formello Ehsan Ghandchiler che, per le ottime prestazioni profuse nei precedenti incontri, ha conquistato comunque il titolo a pieno merito".

Nelle altre categorie di peso si sono affermati i romani Giacomo Santoro (gallo - 62 Kg.) e Michele Martignoni (leggeri - 71 Kg.) e gli abruzzesi Andrea Di Pietro (mediomassimi - 92 Kg.) e Paolo Anastasi (massimi 100 Kg.). Fra le donne, Maria Vittoria Colonna si aggiudica il titolo dei pesi piuma (53 Kg.) mentre Silvia Maraessa prevale su Chiara Barbarossa per il titolo dei pesi leggeri (58 Kg.).

Nella classifica per team, restando ancora imbattuta nelle dieci competizioni federali sin qui disputate, vince, come sempre, l'impareggiabile Hung Mun Martial Society, vanto di Fabio Ciolli e Riccardo Carfagna, e di cui sono portacolori ben quattro degli otto atleti sinora insigniti dalla Figmma con l'ambito premio "Athlete of the Year".

 

Mario Brugnolini

Calypso Immobiliare S.r.l.

Tel. 06/30365777 - 348/4413238

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information