Facebook Twitter Youtube Google Bookmarks

PARTNER TECNICI

 

Reportage 4° Campionato Italiano di BJJ/Grappling GI - (a cura di Max De Michelis)

Reportage 4° Campionato Italiano di BJJ/Grappling GI - (a cura di Max De Michelis)

Giunto alla quarta edizione il Campionato Italiano di BJJ/Grappling Gi ha richiamato a Roma 250 atleti pronti a darsi battaglia all'interno del palazzetto Palaolgiata. Tante le finalizzazioni, complice un regolamento agile e di facile comprensione, tra l'altro appena aggiornato,  che permette agli atleti di esprimere in piena libertà il loro gioco senza il rischio di essere squalificati o interrotti mentre stanno lottando.



SERIE A 62KG (GALLO)
1)SISTARELLI VINCENZO (VIRTUS JIU JITSU)
2)GENCHI VITO (MATSIDE JIU JITSU)
3)PETRACHE CRISTIAN ("JONATHAN MOGGI" FIGHT CLAN)
3)ONOFRI GIANLUCA ("JONATHAN MOGGI" FIGHT CLAN)
Girone all'italiana per la 62kg con 4 iscritti. Si laurea campione di categoria Sistarelli con 3 vittorie tutte per finalizzazioni. Nel match contro Petrache, Sistarelli chiama subito guardia e da qui, con pazienza certosina, costruisce un armlock scalato che gli dà la vittoria. Stessa tattica adotta contro Genchi: salto in guardia chiusa e lavoro molto stretto a costruire l'armlock. Questa volta, però, l'armlock lo chiude mentre tenta un triangolo dal quale Genchi si difende strenuamente. Anche contro Onofri Sistarelli adotta lo stesso copione: salto in guardia e tentativo di arm lock, ma questa volta il suo avversario si si è dovuto arrendere ad una achille's lock chiusa mentre stava tentando, a sua volta, la stessa tecnica.



SERIE A 66KG (PIUMA)
1)VITTORI ALESSIO ("JONATHAN MOGGI" FIGHT CLAN)
2)GERMINARIO LUIGI (MATSIDE JIU JITSU)
Incontro secco per stabilire il vincitore della 66kg. A prevalere ai punti è Vittori che si riconferma campione di categoria. Incontro tra i migliori della giornata, molto tecnico con diversi cambi di fronte e poche fasi di stallo. Bravi entrambi.



SERIE A 71KG (LEGGERI)
1)SALIANI MICHELE (W.C.R.A. Ass. Socio Culturale "Marzialmente")
2)SABIA ANTONIO (YIN YANG)
3)MARALDI MICHAEL (MONKEY WARRIORS JIU JITSU)
3)BARBIROTTI GALILEO (NOVA INVICTA)
Girone all'italiana per la 71 kg con 4 atleti a fronteggiarsi. Prevale Saliani con tre vittorie, tutte prima del limite. L'incontro con Maraldi termina con una toe hold chiusa da Saliani mentre si trova in nord sud. Il match contro Sabia si conclude al terzo minuto per strangolamento arco e freccia. Saliani difende un tentativo di Ko uchi Gari poi passa la guardia e guadagna la schiena di Sabia da dove è bravo a costruire il suo strangolamento. Barbirotti chiama la guardia ma Saliani riesce a passarla e a posizionarsi in side mount. Da questa posizione, poi, riesce a vanificare tutti i tentativi del suo avversario di riprendere la guardia. Quando Barbirotti riesce a portarsi in posizione di tartaruga Saliani, mentre cerca l'orologio, cattura il braccio con le gambe  e ribalta per chiudere il crocifisso. Il braccio di Barbirotti resta incastrato in leva e l'unico modo per lui di uscirne è battere.



SERIE A 77KG (WELTER)
1)LONGO CHRISTIAN (AETERNA JIU JITSU)
2)SERRA SIMONE (MATSIDE JIU JITSU)
3)LOTITO IVANO (MATSIDE JIU JITSU)
3)IANUARIO MIRKO (ACCADEMIA ARTI MARZIALI ISOLA D'ISCHIA)
Girone all'italiana per la 77 kg con 4 iscritti. Sale il gradino più alto del podio Longo, riconfermandosi campione di categoria,  vincendo, anche lui, tutti e tre i suoi incontri per finalizzazione. Il match contro Lotito è giocato tutto dalla mezza guardia. Longo trova difficoltà a liberarsi dalla lockdown di Lotito ma una volta rotto l'intreccio di gambe conquista la monta e da qui chiude il match con un fulmineo arm lock. Anche Ianuario deve fare i conti con l'arm lock di longo ma questa volta si tratta della sua versione volante che Longo lancia subito e contro la quale a Ianuario non resta che battere. Il braccio di ianuario va in iperestensione e questo gli impedirà di disputare l'incontro contro Serra. Nel match contro Serra la lotta si trasferisce subito al suolo. Serra, dopo un tentativo fallito di double leg, chiama guardia chiusa. Quando Longo apre la guardia Serra prova la spider guard ma è bravo longo a rimuovere i ganci e a mettere molta pressione. Mentre sta passando la guardia Serra gli cattura una gamba, ma nella situazione di scramble che si viene a creare Longo chiude una toe hold (americana no pé) che costringe Serra a battere.



SERIE A 84KG (MEDI)
1)GAZZOLI IVAN (BRAZILIAN JIU JITSU BOLZANO)
2)D’ANTONIO LUIGI (CYCLONE)
3)PALUMBO ALFONSO (VIRTUS JIU JITSU)
Girone all'italiana per l'84kg. Gazzoli si riconferma campione di categoria: per lui il secondo traguardo col Gi in FIGMMA. Contro il coriaceo D'Antonio prevale alla monetina, incontro molto fisico con D'Antonio che per tutto il tempo ha cercato di passare e Gazzoli che cercava la giusta angolazione per ribaltare  e finalizzare dalla guardia ma senza successo. Anche nel match contro Palumbo si va all'overtime. Gazzoli questa volta incastra un knee bar partendo dalla guardia e Palumbo è costretto a battere prima che la sua gamba sia iperestesa.



SERIE A 92KG (MEDIOMASSIMI)
1)D’APRILE GIOVANNI (MATSIDE JIU JITSU)
2)IZZO CIRO (IDPA)
3)TERRALAVORO SALVATORE (NOVA INVICTA)
La serie 92 kg, assente nella scorsa edizione, vede la presenza di tre atleti che si sono affrontati in un girone all'italiana. A prevalere è Giovanni D'Aprile. Terralavoro chiama guardia per difendere un tentativo di takedowns di D'Aprile. In una fase di scramble Terralavoro si fa catturare la schiena ed è bravo D'Aprile a chiudere il match con uno strangolamento dalla  back mount. Izzio chiama guardia aperta, D'Aprile la passa dopo aver difeso un tentativo di sweep con un knee cut pass. Una volta in side cerca la finalizzazione, ma i suoi tentativi sono interrotti dal fischio dell'arbitro. Degno di nota lo strangolamento di Izzo su Terralavoro un X choke da sotto la side che spegne le luci al suo avversario.



SERIE A 100KG (MASSIMI)
1)AVALLONE RENATO (O-NAMI JIU JITSU)
2)VOLO GIUSEPPE (MATSIDE JIU JITSU)
Un unico incontro nella categoria 100 kg.
A Renato Avallone, costretto a competere nella 100kg per non essere riuscito a fare peso, occorrono meno di due minuti per chiudere l'incontro. Dopo aver conquistato la side mount, vanificando il tentativo di sprawl di Volo, Avallone chiude il match da questa posizione con un paper cut choke.


SERIE A +100KG (SUPERMASSIMI)
1)FERRETTI MARCO (JUDO CLUB SAN VITO)
2)TANDOI THOMAS (BELLATOR ERETUM - OLIMPIA CLUB)
3)NNODI RICHARD (BELLATOR ERETUM - OLIMPIA CLUB)
Categoria assente nella scorsa edizione vede fronteggiarsi ben tre atleti in un girone all'italiana. A prevalere è Ferretti Marco. L'incontro con Nnodi Richard e tutto giocato in piedi, pochi tentativi di proiezioni, stesso copione contro Tandoi Thomas sul quale prevale per un punto.



SERIE A FEMMINILE 58KG (LEGGERI)
1)PACCHIAROTTA MARIA PIA (AETERNA JIU JITSU)
2)RUFO SIBILLA (YIN YANG)
Un unico incontro in questa categoria. Il match si chiude sullo zero a zero. Si va al'overtime, il sorteggio vede, nella posizione di ripartenza, la Rufo passare la guardia. La Pacchiarotta dopo aver difeso il tentativo di toreada della Rufo si gira in tartaruga. Da qui ribalta la sua avversaria che riesce a chiude  un trialgolo inverso. La Pacchiarotta rompe la tenaglia delle gambe della Rufo e, stabilizzando la side, si aggiudica il punto della vittoria.



SERIE A FEMMINILE ASSOLUTO
1)BARACCANI MARTINA (MATSIDE JIU JITSU)
2)PACCHIAROTTA MARIA PIA (AETERNA JIU JITSU)
3)TANA RITA (WAZA)
4)RUSSO ROBERTA (BRAZILIAN JIU JITSU BOLZANO)
Nell'assoluto la presenza di 5 atlete dà vita a un girone molto combattuto. In totale 9 incontri. A prevalere è la titolare della nazionale la Martina Baraccani: per lei 3 incontri vinti per finalizzazione su 4 incontri disputati e vinti. Finalizza la seconda classificata, l'atleta emergente del panorama femminile, la Maria Pia Pacchiarotta, con un loop choke che partendo dalla guardia con un movimento di rotazione la porta a terminare lo strangolamento in side control. Un potente e repentino strangolamento che non da il tempo alla sua avversaria di arrendersi. La Baraccani si accorge che la sua avversaria è svenuta e prontamente aiuta l'arbitro a farla rinvenire alzandole le gambe. La Tana viene battuta ai punti. Prima la Baraccani la ribalta con uno sweep dalla X guard,  poi le passa la guardia ed infine tenta uno lapel choke che deve lasciare quando termina il tempo regolamentare. L'esordiente in classe A, la Rufo, si deve arrendere ad un arm lock costruito dalla mezza monta mentre  La Russo, dopo essere stata proiettata,  batte per uno strangolamento con i baveri dalla back mount.



La classifica a squadre vede il team Matside Jiu Jitsu, presente con 6 atleti in classe A, confermarsi campione anche nel Grappling Gi dopo aver dominato nel Grappling NOGI, segue l'Aeterna Jiu jitsu  che schiera 2 atleti, e la terzo posto il Fight Clan presente con 3 atleti.

 

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Le Privacy Policy possono essere consultate al link che segue privacy policy.

Accetto le Privacy Policy di questo sito

EU Cookie Directive Module Information