Facebook Twitter Youtube Picasa

SPONSOR

 

 

Newsletter










 

La FIGMMA su delega di  FIJLKAM e FIWUK, Federazioni del CONI, gestisce gli sport

GRAPPLING NO-GI, BJJ/GRAPPLING GI e MMA

8^ Coppa Italia di Grappling No-Gi (Reportage a cura di Max De Michelis)

8^ Coppa Italia di Grappling No-Gi (Reportage a cura di Max De Michelis)

L'ottava edizione della Coppa Italia di Grappling No-Gi si è svolta al PalaOlgiata lo scorso 13 dicembre. La serie A vedeva la presenza di 42 atleti/e (5 donne e 37 uomini) che si sono confrontati in ben 58 incontri. Di questi incontri 34 sono finiti ai punti, 18 per sottomissione, 4 si sono protratti all'overtime, 2 per stop medico, mentre un incontro tra due atleti dello stesso team si è concluso con un gentleman agreement. Tra le 18 finalizzazioni la più usata è stata l'armbar: ben 4 gli incontri terminati per questa submission. Seguono, a quota 3, il triangle choke e il Rear Naked Choke (RNC), poi la ghigliottina a quota 2. Le restanti 6 finalizzazioni vedono gli strangolamenti prevalere sulle leve alle gambe: 4 strangolamenti (1 peruvian necktie, 1 anaconda choke, 1 brabo/d’arce choke, 1 north-south choke) contro 2 leve agli arti inferiori (1 achille's lock e 1 toe hold).

Passiamo ora alla cronaca della giornata:

SERIE A 62KG

1) TICCHIARELLI MANUEL

2) SISTO FABRIZIO

Girone con 2 atleti. Un incontro terminato per sub (armbar). L'incontro inizia subito con scambi di prese e con i tentativi di Ticchiarelli di entrare in double leg. La prima azione pericolosa però è di Sisti che, con un duck under, si porta alla schiena del suo avversario, ma da qui non riesce a concretizzare. Ticchiarelli prende poi i suoi primi punti proiettando Sisti con un double leg, sul limite della materassina, e una volta ripartito dalla side, al centro della materassina, guadagna la monta e chiude il match con un armbar.

 

SERIE A 66KG

1) DI LIBERTI ALESSIO

2) VITTORI ALESSIO

3) VITA GIANMARIA

3) GAVINO MARCO

Girone all'italiana con 5 atleti. 10 incontri terminati: 5 ai punti – 1 submission (anaconda choke) – 1 overtime – 1 forfait – 1 stop medico – 1 gentleman agreement. Di Liberti disputa 4 incontri: 3 vinti (1 punti, 1 per finalizzazione, 1 per gentleman agreement) e ne perde 1 ai punti.

Di Liberti vs Baggeri. Di Liberti si libera di una presa 2 su 1 con uno snap down e, chiusa una presa testa e braccio, porta a terra Baggeri dove lo finisce con un'anaconda choke.

Di Liberti vs Vita. Di Liberti tenta sumi gaeshi senza profitto e chiama guardia. Da qui Di Liberti prova un inverted arm bar, Vita lo difende con una capriola e finisce sotto la sua side mount. Nel tentativo di fuggire dalla side mount Vita concede altri 4 punti al suo avversario che chiude il match 9 a 0.

Di Liberti vs Gavino. Gavino, per una decisione di scuderia, regala al suo compagno di squadra 5 punti per la classifica.

Di Liberti vs Vittori. Vittori tenta il "suo" sumi gaeshi ma non riesce a ribaltare Di Liberti così opta per la guardia chiusa. Su tentativo di omoplata di Vittori, Di Liberti sfila il braccio e si getta a passare la guardia, ma sul suo cammino si trova la tibia a barriera del suo avversario che non riesce a superare. Vittori poi ribalta Di Liberti in chiusura d'incontro e, per la regola dell'ultimo punto, si porta a casa il match.

SERIE A 71KG

1) STURZU ADI CORNEL

2) TAURINO FRANCESCO

3) SANCES MANUEL

3) SABIA ANTONIO

Girone ad eliminazione con 8 atleti.

9 incontri terminati: 6 ai punti - 3 sub (1 RNC - 2 triangle choke). Sturzu disputa 3 incontri: tutti e tre vinti ai punti.

Sturzu vs Petrolo. Petrolo tenta uchi mata e, sulla difesa di Sturzu in single leg, chiude una ghigliottina e chiama guardia. Lo strangolamento non è chiuso bene e, per non perdere 2 punti, rapidamente si tira in piedi ma la sua gamba rimane sempre salda tra le braccia di Sturzu che lo stacca da terra e lo proietta. Petrolo si difende bene e i due tornano a fronteggiarsi in piedi. Petrolo viene di nuovo preso in single leg e portato a terra, questa volta più violentemente. Petrolo è bravo a difendersi e a tornare in piedi. Petrolo tenta ghigliottina saltata ma ricade nel single leg di Sturzu ed è di nuovo a terra. In chiusura Petrolo ha un guizzo e riesce a liberarsi da una presa testa braccio, passare dietro e, a 10 secondi dalla fine, riesce a prendere 4 punti. Uno dei match più tecnici.

Sturzu vs Sabia. Sabia tenta double leg ma Sturzu è rapido a sprollare, a cintarlo in vita e schienarlo a terra. Sabia prende guardia chiusa da dove fa partire una finta di hip bump sweep doppiata da un triangolo. Sturzu fatica ma alla fine riesce a liberarsi dalla presa. In chiusura Sabia riesce a ribaltare dalla mezza guardia profonda ma, mentre cerca di applicare una toe hold, riperde la posizione. Prevale Sturzu ai punti.

Sturzu vs Taurino. Sturzu cattura un braccio con presa 2 su 1 e, sul tentativo di ghigliottina di Taurino, gli passa dietro la schiena e lo fa inginocchiare. Taurino chiama guardia chiusa e prova triangolo. Sturzu se ne libera e torna in piedi. Taurino lo segue. Sturzu, dopo una fase di schermaglia sulle prese, di nuovo chiude una presa 2 su 1 e Taurino, mentre cerca di neutralizzare la presa con un drop ko uchi gari, finisce di nuovo a quattro zampe. Taurino si libera dalla cintura in vita e la lotta torna in piedi. Qua, Sturzu, di nuovo si impossessa del braccio del suo avversario, sempre con la stessa presa, e non ha miglior fortuna il tentativo di Taurino di portarlo a terra con un drop o uchi gari. Questa volta Taurino si ritrova sotto la mezza di Sturzu. Taurino riesce a riportare la lotta in piedi e, su un tentativo fallito di drop o uchi gari, finisce nuovamente a terra ma Sturzu non riesce a schienarlo. Sturzu prevale ai punti.

SERIE A 77KG

1) BENETTI MAICOL

2) D’INNOCENTE ANTONIO

3) PETTINELLI LUIGI

3) FELIZIANI ANDREA

Girone all'italiana con 5 atleti.

10 incontri terminati: 6 ai punti - 4 sub (1 brabo/d’arce choke - 1 North-south choke – 2 armbar). Benetti disputa 5 incontri: 4 vinti ai punti, uno vinto per finalizzazione (brabo/d’arce choke).


Benetti vs Fioriti. Meno di un minuto serve a Benetti per portarsi a casa l'incontro. Fioriti chiama mezza guardia e cerca kimura. Benetti si libera dalla presa sul braccio e chiude il suo avversario in un brabo/d’arce choke.


Benetti vs Feliziani. Benetti porta a terra il suo avversario con un ouchi gari e finisce nella mezza di Feliziani che tenta un single leg sweep ma Benetti inserisce un underhook e rischiena Feliziani con una mezza nelson. Segue un tentativo di ghigliottina di Benetti e una fase di scramble che termina con Feliziani a chiudere la guardia chiusa. Benetti cerca di passare e si ripropone lo stesso copione: Benetti che tenta di passare la mezza, tentativo di sweep di Feliziani e tentativo di ghigliottina di Benetti. Le battute finali del match regalano qualche brivido. Feliziani tenta triangle choke, Benetti ne esce e attacca subito achille's lock, Feliziaini si alza in piedi e Benetti passa da single X guard a tentativo di toe hold; Feliziani si divincola, ma alla fine finisce sotto la full mount di Benetti. Benetti vince 13 a 2.


Benetti vs Pettinelli. Pettinelli cerca uchi mata, Benetti risponde con tentativo di te guruma al quale risponde il suo avversario che chiude una presa al collo e chiama la mezza guardia. Segue una serie di tentativi di Benetti di passare la guardia da diverse angolazioni, poi inizia a stallare da dentro la guardia fino a quando segue una concitatissimo scramble che termina con Benetti sulla schiena di Pettinelli. Il match termina in favore di Benetti per 4 a 2.


Benetti vs D'Innocente. D'Innocente rompe gli indugi con un arm drag, prende la schiena e proietta Benetti con tani otoshi. Benetti riesce a tornare in piedi ma poi decide di chiamare guardia. Passato poi a lavorare dalla mezza guardia, Benetti trova il single leg con cui ribalta la posizione e si posiziona in side mount. Da questa posizione riesce a passare alla schiena attraverso la mezza monta. Quando scade il tempo Benetti stava cercando il RNC. Vince Benetti 6 a 4. 


 

SERIE A 84KG

1) TARTARINI KILLIAN

2) PASQUINI JACOPO

3) DELLE MONACHE ANDREA

3) RUBINO ANGELO RAFFAELE

Girone all'italiana con 5 atleti.

10 incontri terminati: 5 ai punti - 5 sub (1 peruvian necktie - 1 toe hold - 1 armbar - 2 RNC). Tartarini disputa 4 incontri: 3 vinti ai punti e uno per finalizzazione.


Tartarini vs Olivieri. Tartarini tenta subito un single leg che poi converte in un ouchi gari. Passa poi alla mezza guardia e stabilizza la side mount. Olivieri riesce a mettersi a quattro zampe e Tartarini cerca di strangolarlo ma senza successo. La lotta torna in piedi e Olivieri cerca il double leg da lontano ma Tartarini lo difende, poi chiude una presa testa collo e infine gira e prende la schiena. Prevale Tartarini ai punti.


Tartarini vs Rubino. Uno scambio sulle prese molto muscolare viene interrotto quando sono trascorsi quasi 3 minuti, da Rubino, che tenta uno yoko otoshi. Tartarini guadagna la mezza guardia inversa da cui libera la gamba per poi stabilizzare la side mount. Rubino, con una certa difficoltà, riesce a riprendere guardia ma Tartarini preferisce tornare in piedi dove trascorrono le ultime fasi della lotta senza che succeda nulla di rilevante, a parte un tentativo di ouchi gari di Rubino.


Tartarini vs Delle Monache. Incontro fulmineo. Tartarini chiude una presa testa e collo e piazza un peruvian necktie contro il quale Delle Monache non può far altro che arrendersi.


Tartarini vs Pasquini. Pasquini chiama subito guardia chiusa. Tartarini è passivo, e si limita a difendere i tentativi di attacco del suo avversario. Poi, su un suo tentativo di aprire la guardia da parte di Tartarini, Pasquini chiama la mezza guardia. Tartarini si posiziona nella mezza guardia inversa dalla quale riesce sfilare la gamba. Pasquini si difende mettendosi su di un fianco ma alla fine Tartarini riesce a schienarlo e a prendere i punti della side mount. Una volta stabilizzata la posizione la mantiene fino alla fine del tempo regolamentare. Vince Tartarini per 5 a 0.


SERIE A 92KG

1) GENOVESE ALESSANDRO

2) PENSA FRANCESCO

3) LUCCHESINI ASTERIO

3) FILIPPI ALESSANDRO

Girone all'italiana con 4 atleti.

6 incontri terminati: 3 ai punti - 2 sub (2 ghigliottina) - 1 overtime. Genovese disputa 3 incontri: 2 vinti per finalizzazione e una ai punti.


Genovese vs Filippi. L'incontro per tutta la sua durata vede i due atleti spingersi e cambiare le prese. Si va all'overtime: un altro minuto di spinte. Vince Genovese perchè Filippi, sfortunato nel sorteggio, non riesce a fare punto.


Genovese vs Lucchesini. Si ripete il copione del match Genovese vs Filippi: 5 minuti di spinte. Si va all'overtime. Questa volta il sorteggio non è a favore di Genovese che sceglie di passare la guardia. Su ribaltamento di Lucchesini Genovese chiude una ghigliottina. Lucchesini lamenta i punti non assegnati per il ribaltamento ma avrebbe dovuto, per vederseli assegnare, prima liberarsi dello strangolamento.


Genovese vs Pensa. Rompe gli indugi Pensa, dopo 3 minuti di spinte, con un tentativo di single leg. Genovese si difende con uno sprawl e contrattacca portando Pensa in ginocchio con un yoko otoshi. Segue una fase di scramble e, in un tentativo di single leg. Pensa finisce dentro la ghigliottina di Genovese che lo costringe alla resa.



SERIE A 100KG

1) NENCIONI IGOR

2) VOLO GIUSEPPE

3) ANASTASI PAOLO

3) CASALE ANDREA

Girone all'italiana con 5 atleti.

10 incontri terminati: 8 ai punti - 1 sub (leg lock) - 1 overtime. Nencioni disputa 4 incontri: tutti gli incontri vinti ai punti.


Nencioni vs Matiddi. Nencioni approfitta di uno sbilanciamento in avanti di Matiddi per trascinarlo a terra carponi. Segue una fase di scramble, infine Nencioni passa la guardia e stabilizza la side mount. Non appena presi i punti Nencioni torna in piedi. Il match finisce qui. Vince Nencioni 5 a 0.


Nencioni vs Casale. Fase di studio che dura 4 minuti poi Nencioni proietta con double leg e finisce nella guardia chiusa di Casale. Nencioni è molto conservativo ma poi approfitta di un poco convinto hip bump sweep di Casale e gli passa la guardia. Nencioni tiene la side mount il tempo di prendere i punti e poi si tira in piedi come aveva fatto con Matiddi ma questa volta mancano pochi secondi alla fine dell'incontro. Vince Nencioni 5 a 0.


Nencioni vs Anastasi. Niente di pervenuto per 4 minuti, poi Nencioni proietta con double leg. Segue una fase di scramble sul bordo della materassina interrotto dal gong.


Nencioni vs Volo. Volo chiama mezza guardia dopo un minuto di schermaglia in piedi. In 4 minuti Nencioni tenta solo una volta di passare la guardia ma l'avversario prima si difende in tartaruga e poi si riporta in mezza guardia. Vince Nencioni per 2 a 0.


SERIE A +100KG

1) RICCETTI MATTEO

2) NNODI RICHARD

3) ILINOIU CRISTIAN

Girone all'Italiana con 3 atleti ma per il forfait di Ilinoiu si disputa solo l'incontro tra Riccetti contro Nnodi. 1 incontro terminato per stop medico.


Riccetti vs Nnodi. Si aggiudica il match Riccetti per infortunio di Nnodi. Su double leg di Riccetti Nnodi piega male il ginocchio ed è costretto a ricorrere alle cure mediche.

 

SERIE A FEMMINILE 58KG

1) LUBRANO VALENTINA

2) BERNARDELLI VALERIA

3) GOLINELLI LICIA

Girone all'italiana con 3 atlete.

3 incontri terminati: 2 ai punti - 1 sub (triangle choke). La Lubrano disputa due incontri: ne vince uno ai punti e uno per finalizzazione (triangle choke).


Lubrano vs Golinelli. Lubrano proietta con double leg, poi passa la mezza guardia e va a stabilizzare la side mount. L'incontro riprende in piedi dopo un tentativo fallito di attacco al braccio da parte della Lubrano. La Golinelli chiude una ghigliottina e chiama guardia ma la Lubrano difende la finalizzazione e prende altri 2 punti. Lubrano difende alcuni attacchi della sua avversaria e poi le passa di nuovo la mezza guardia e stabilizza la side mount. L'incontro termina mentre la Lubrano difende un triangolo inverso chiuso dalla Golinelli a 30 secondi dalla fine.


Lubrano vs Bernardelli. Bernardelli porta a terra Lubrano con single leg. Dalla guardia Lubrano chiude un triangolo che le permette di salire il gradino più alto del podio.

 

SERIE A FEMMINILE 64KG

1) TANA RITA

2) RESSI ROBERTA

Girone con 2 atlete. Un incontro terminato ai punti.

 

Tana vs Ressi. Ressi tenta uchi mata al quale Tana risponde con un osoto gake che gli permette di prendere 2 punti di takedown. Tana passa la mezza guardia e prende la full mount, posizione che però perde appena presi i punti. La lotta torna in piedi dove Tana attacca single leg che, su tentativo di ghigliottina della Ressi, cambia in ko soto gake. Una volta a terra Tana, mentre sta per passare dalla mezza alla full mount, viene spinta via dalla Ressi. Di nuovo in piedi, ma questa volta è Ressi a prendere l'iniziativa e a proiettare Tana con un osoto gari. A Terra Tana riesce ad afferrare la gamba di Ressi e le due rimangono intrecciate fino allo scadere del tempo regolamentare.

 

La classifica a squadre vede la presenza di ben due squadre Livornesi: la MatSide, che si posiziona prima, e il Livorno Fight Team che, assiema al Waza team di Savona, si posiziona al terzo posto. Al secondo post il Fight Clan di Roma.

 

Max de Michelis

Maxbjj

 

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information