Facebook Twitter Youtube Google Bookmarks

PARTNER TECNICI

 

Applausi per Pamela Petrucci, Lamberto Raffi e Martina Baraccani durante il IV Campionato Italiano di BJJ/Grappling Gi (Articolo di Mario Brugnolini)

Applausi per Pamela Petrucci, Lamberto Raffi e Martina Baraccani durante il IV Campionato Italiano di BJJ/Grappling Gi

"Standing ovation" al Palaolgiata di Roma per la "regina" Pamela Petrucci e per l'inossidabile Lamberto Raffi che per i brillanti risultati ottenuti a livello internazionale nel Grappling col kimono - in particolare per la recente conquista del titolo mondiale a Mosca -, sono stati solennemente premiati dal Presidente della Figmma, Saverio Longo, con l'ambito trofeo "Athlete of the Year 2014", l'altro ieri proprio mentre contemporaneamente, con 250 atleti partecipanti, andava "in onda" la quarta, appassionante edizione del Campionato Italiano di BJJ/Grappling Gi.

Nello spettacolare e variopinto scenario, tipico di questa competizione, in cui il bianco il blu ed il nero dei kimoni ed i colori dei tatami suggestivamente si intrecciano, particolare interesse ha suscitato l'atteso match - valevole anche per l'unico posto della categoria "welter" (77 Kg.) disponibile in Nazionale - fra il romano Christian Longo ed il livornese Simone Serra, entrambi ex-azzurri e plurititolati. Dopo aspra battaglia, la vittoria ha sorriso all'atleta della capitale, esponente dell'Aeterna Jiu Jitsu, che si conferma Campione Italiano "trissando" i successi dei due anni precedenti.

Secondo pronostico, si confermano Campioni Italiani anche Alessio Vittori fra i "pesi piuma" (66 Kg.) - che ha ragione di Luigi Germinario - e Ivan Gazzoli fra i "pesi medi" (84 Kg.) che si impone abbastanza facilmente sul fulmineo Luigi D'Antonio, attuale detentore della Coppa Italia, e su Alfonso Palumbo. Nella categoria dei "pesi gallo" (62 Kg.) e in quella dei "pesi leggeri" (71 Kg.) si impongono invece gli "out-sider" Vincenzo Sistarelli e Michele Saliani, entrambi vincendo con sicurezza tutti gli incontri dei rispettivi tornei; e fra i "pesi massimi" (100 Kg.) anche Renato Avallone, "strangolando" dopo un solo minuto Giuseppe Volo, vince meritatamente il suo primo titolo.

Onorando i colori della Matside Jiu Jitsu che si aggiudica la classifica per team, nel torneo dei "medio-massimi" (92 Kg.) stravince Giovanni D'Aprile su Ciro Izzo e sullo sfortunato "cage-fighter" Salvatore Terralavoro che ha suscitato qualche apprensione nel pubblico presente e fra gli "addetti ai lavori" rimanendo svenuto per alcuni secondi a seguito di uno "strangolamento" subito quando stava nettamente conducendo il match valevole per il secondo posto.

Spettacolare infine lo svolgimento del torneo dei "super-massimi" (+ 100 Kg.) laddove l'atleta di Pordenone, Marco Ferretti, riesce in qualche modo a resistere agli assalti un po' scomposti del gigantesco atleta di origini nigeriane e di almeno 150 Kg. di stazza, Richard Nnodi, prevalendo poi anche sull'altro atleta di Monterotondo, Thomas Tandoi, giunto secondo sul suo stesso compagno di squadra, entrambi allenati dal titolare azzurro della categoria Alessandro Frezza.

Nel qualitativo e sempre emozionante torneo "Assoluto" femminile, vince fra scroscianti applausi, per l'ennesima volta e con schiacciante superiorità, la Campionessa del Mondo 2013, Martina Baraccani, che regola la sempre più convincente Maria Pia Pacchiarotta, la "rediviva" Roberta Russo e la valente Rita Tana che nelle prime battute dello specifico match aveva dato la momentanea impressione di poter tener testa allo strapotere della fortissima ed intelligente atleta della Matside Jiu Jitsu, bolognese di nascita e toscana d'adozione.

Mario Brugnolini

Calypso Immobiliare S.r.l.

Tel. 06/30365777 - 348/4413238

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Le Privacy Policy possono essere consultate al link che segue privacy policy.

Accetto le Privacy Policy di questo sito

EU Cookie Directive Module Information